Ges¨ celebra la cena legale, si accomiata dalla sua santissima Madre, le fa sapere quanto avrebbe sofferto durante la passione e le raccomanda il suo gregge, che si sarebbe disperso, fino al momento della sua resurrezione nel terzo giorno.

Ges¨ disse: "Ho desiderato ardentemente mangiare questa Pasqua con voi" per mostrarci con quale grande fervore noi dobbiamo ricevere il sacramento dell’Eucaristia e lo straordinario beneficio che ci procura.

Ges¨ scelse la notte della sua passione per manifestarci la grandezza del suo amore. Infatti proprio quando gli uomini tramano di farlo morire, egli prepara loro un convito e manifesta il desiderio di rimanere fra gli uomini. Mentre questi per invidia vogliono cacciarlo dal mondo, egli trova il mezzo di restare nel mondo per amore.

Ges¨ lav˛ i piedi ai suoi discepoli. Egli, che Ŕ il Figlio di Dio, si cinse con un panno e si chin˛ davanti agli apostoli. Colui, davanti al quale si prostrano gli angeli, prese l’aspetto di servo e lav˛ i piedi con le sue mani creatrici di mille bellezze, insegnando con l’esempio ci˛ che aveva detto con le parole: "Imparate da me che sono mite e umile di cuore". Egli lav˛ i piedi a dei poveri peccatori, e a Giuda che lo avrebbe tradito.

[ Home page | Verso il Giubileo del 2000]


realizzazione webmaster@collevalenza.it
ultimo aggionamento 05 maggio, 2005